MAGENTA – BRUSSON- RIMINI

MAGENTA

Dopo l’incontro di calcio del  25 giugno al torneo  UNICEF  sul campo di Dogana –  Repubblica di San Marino ,  è nata da subito tra noi e gli amici di Magenta una profonda simpatia.

Loro , un motivato gruppo di persone over 40 appassionati di  calcio (giocato)  che oltre  il ritrovo settimanale per la partita/allenamento sono impegnati in altre  nobili e solidali iniziative.  Organizzano  uscite  per tornei e amichevoli a scopo benefico con il fine  raccolta fondi a sostegno di varie  associazioni .

brusson
  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
BRUSSON

Uno di questi è stato il torneo del 20/21 settembre scorso organizzato dagli stessi in collaborazione con l’hotel Du Foyer a Brusson Val D’ Aosta , a cui ci hanno  animatamente invitati.

Liberissima l’offerta andata a sostegno dell’associazione Valdostana Autismo ONLUS (raccolti oltre 600 euro) .

Dopo l’estesa proposta a tutti i calciatori  del nostro Cral , Hera , Provincia , Start Romagna e  agli amici “Calcio Parco Marecchia” (altra splendida realtà esempio di solidarietà sportiva  che sempre più spesso collaborano con noi), purtroppo ci siamo ridotti a partire solo  in 11 fedeli atleti tra cui  l’infortunato  Gianlua  Biagini, impegnato per  l’occasione come c.t. , presente nonostante la lesione al  legamento del ginocchio procurata  al Signorotti Day  ,  e  4   accompagnatori famigliari/amici .

Partiti comunque rassicurati dall’organizzatore di Magenta,  l’amico Maurizio Di Pietro , nel  sostenerci  con suoi calciatori .

Il  nostro  primo gruppo è  arrivato  in loco  all’ora di pranzo di Venerdì 19 . Dopo uno spuntino in paese a base di piatti tipici Valdostani e preso possesso delle camere  scendeva nel  grande campo calcio confinante con  l’hotel,  per sondare il terreno  e prepararsi al torneo,  in un allenamento di rifinitura .

L’altro gruppo  spuntava dalla nebbia di una nuvola bassa verso sera per l’ora di cena , consumata finalmente tutti insieme.

Prima partita ore 10,00 di sabato 20 contro la formazione del Magenta.

Completati dalla disponibilità  di quattro calciatori  magentini,  in una suggestiva cornice paesaggistica a quota 1300 metri, iniziava, con la nostra partita , il Torneo di Brusson.

Purtroppo già nei primi minuti  il nostro bravo portiere  Daniele Dominici  ha dovuto abbandonare la porta per uno stiramento alla coscia già  risentito nei tuffi di prova del pomeriggio prima. Peccato!

Così anche il  portiere di riserva del  Magenta  ha dovuto darci una mano, anzi tutte e due, bravissimo a difendere la nostra porta anche nelle due partite successive.

Prima deludente   prestazione  sconfitti per  4 a 0 . Probabile  causa  l’adattamento climatico e la non  tarata quadratura della squadra .

Ridisegnata  dal Mister Biagini, con Richi Rossi come riferimento a centro campo e Lele Romani  davanti alla difesa ad interdire e impostare ,  e  probabilmente più adattati all’ambiente , siamo scesi in campo per  le  partite di Sabato pomeriggio e Domenica mattina con tutt’altra determinazione .

Eccellenti prestazione finite con due pareggi per 1 a 1 contro le  forti formazioni di Circolo Cont. Abbiategrasso  e Veterani Calcio Veloces Vercelli.

Nella  prima  prendevamo  un immeritato  goal  a metà del primo tempo in  una delle poche azioni  create  fino ad allora dagli avversari. Un secco  tiro scagliato dal loro conosciuto e veloce numero 7 (li avevamo affrontati anche a San Marino) dal limite dell’area che si infilava nell’incrocio alla sinistra del portiere. Poi altre  nostre azioni da goal non realizzate.

Raddrizzavamo la partita  a  metà del secondo tempo con una fulminea  azione di contropiede e  preciso tiro del nostro Luigi Ricciato perfettamente servito da Giorgio Parmeggiani (in arte Jonny)  .

Di nuovo in campo domenica mattina per ripeterci contro il Vercelli. Subito determinati con tante occasioni da rete . Due legni colpiti  dal solito Zangoli e numerose parate dell’insuperabile portiere avversario hanno impedito che la palla entrasse in porta .

Solo  una  invenzione  del  nostro  bomber  Ricciato, verso la fine del primo tempo,  poteva  superare il professionale lungo  portiere . Ricevuta palla alla sinistra dell’area di rigore avversaria invece di crossare ai nostri attaccanti  in area , come da logica calcistica , inaspettatamente stoppava la corsa , si portava la palla sul piede destro ,e con un preciso pallonetto  infilava la sfera  nel sette opposto, unico e piccolo spazio dove il n.1 vercellese non poteva arrivare.

Un goal da incorniciare .

Grande esultanza da parte di tutti compresi gli   spettatori che già ci avevano preso in simpatia  dalle prime partite  . Esultanza  che faceva sfilare la maglia al protagonista  e correre, a dorso nudo, verso la panchina  in piedi  ad aspettarlo  a  braccia alzate  , braccato dai compagni di squadra che non  riuscivano  a fermare la sua folle galoppata . Situazioni viste solo in TV. Per completare la scena  non poteva mancare l’arbitro che ha  estratto  il  previsto cartellino giallo.

Gesto che  ha dato carica alla squadra che ha affrontato  il resto della gara  a grande livello sfiorando  in altre occasione  il secondo goal .

Reazione degli avversari nel secondo tempo  che però non riuscivano a sfondare la nostra  motivata linea difensiva . A fare da muro i nostri bravi centrali difensivi   Cefalo Carmine e Roverelli Danilo , e sulle fasce  Bani Alqi ( Aldo ) e un amico di Magenta coadiuvati da  tutta la linea centrale, arretrata a dare manforte.

Sembrava fatta . Ma le partite, come si suol dire , non sono mai finite e  a tempo quasi scaduto la beffa . Un loro attaccante presa palla al limite dell’area  girandosi  lasciava partire un fulmineo e radente   tiro, che prendeva velocità sull’umida erba verso l’angolino alla sinistra del ,ormai nostro, affittato portiere . Con prontezza  si allungava verso la traiettoria  ma solo la punta del guanto sfiorava la palla che si infilava battendo nel palo interno.

Ma va bene così. I risultati non hanno tolto niente alle due splendide ed emozionanti prestazioni .

Il torneo è andato agli amici di Magenta  aiutati nella classifica anche dai nostri due pareggi .

A noi il quarto posto e la meritata targhetta fair play.

Una serena uscita vissuta in questo inusuale ambiente  e una  struttura organizzatissima , dotata di molteplici e grandi spogliatoi (almeno sei) e del suo grande campo dal perfetto manto erboso.

Ora in bacheca nella hall dell’ albergo  Du Foyer di Brusson è appeso ,tra i tanti,  anche molto più titolati, il nostro gagliardetto del Cral Comune di Rimini.

 RIMINI

Lasciata la Val d’Aosta  e questa bella esperienza sportiva e sociale accolti e sostenuti da tutti e in particolare modo dagli amici di Magenta , ribadendo così la  spontanea simpatia nata nel primo incontro di San Marino , ci siamo ripromessi di organizzare un altro incontro , magari  nella nostra  riviera  luogo molto ambito dagli amici  lombardi . Periodo metà maggio in accordo anche con la formazione del Vercelli anche loro interessati alla iniziativa.

Ma la voglia di passare anche solo una giornata  al mare  ha fatto muovere gli “scatenati” magentini il 25 ottobre verso la nostra Rimini.

Partiti in pullman  alle 4,30  arrivati e accolti  alle 9,30 al casello  nord  di Rimini per accompagnarli   fino  al parcheggio Ponte Tiberio .

Breve sosta per scendere dal mezzo e  una prima tappa per la colazione  al bar “ Da Vecchi”. 

Dopo aver ammirato e immortalato  il ponte proseguivamo a piedi per una  passeggiata   al centro di Rimini  per poi  arrivare alle 10,15 allo stadio comunale.

Un Romeo Neri vestito di nuovo con la sua tribuna distinti riverniciata dei colori della squadra  e la grande scritta impressa “RIMINI 1912”,  e il  sempre perfetto mantello erboso . Dopo lo scambio degli omaggi , gagliardetti e  oggetti tipici dei due paesi , e una  breve presentazione dell’associazione “tutti per Fabio”   impegnata nella   sensibilizzazione primo soccorso infartuati e raccolta fondi per acquisto defibrillatori,  motivo in più di questo incontro, è iniziata la sentita partita. La nostra  squadra capitanata dall’ass. Biagini , questa volta  è tutta targata RN,  con  l’inserimento,  per completare  la formazione dell’uscita di Brusson , di colleghi della provincia di Rimini e altri amici del Parco Mareccchia anche perché  Dominici  Daniele , Rossi Riccardo e Cefalo Carmine hanno dovuto solo assistere alla partita fermi per infortunio.

Un primo tempo equilibrato finito 1 a 1 con il vantaggio degli ospiti con azione partita da centro campo e un dritto e preciso passaggio smarcava il loro bravo attaccante sul filo del fuori gioco che, lasciando in nostri difensori alle spalle, superava anche il nostro bravo portiere .

Poi ripetuti e sfortunati legni da parte degli avversari  e numerose parate del nostro n. 1 che si superava in un incredibile intervento  andando a cavare la palla dal sette  indirizzata da una precisa punizione alla Pirlo.

Poi il nostro Zangoli realizzava il goal del pareggio con una sua solita progressione.

Nell’intervallo interessante dimostrazione pratica su manichino di pronto intervento ed uso defibrillatore da parte degli addetti associazione .

Ancora belle giocate anche nel secondo tempo con goal del momentaneo  vantaggio realizzato di testa dal loro lungo attaccante.  Pareggio del nostro veloce Zaghini Massimo, entrato nel secondo tempo, e ancora Zangoli con una azione tutta di prima per la rete della vittoria .

Una partita giocata a buoni livelli in un assoluto equilibrio .

Ma il nostro obiettivo oltre al calcio era  un altro; tanto che scherzosamente  gli amici lombardi protestavano perché   arrivati dal mattino ancora non avevamo visto il mare.

Ripreso il pullman, in sosta avanti alla stadio, abbiamo percorso tutto il lungo mare  da via Firenze al Porto Canale alla volta del ristorante “ Il Portolotto” di via L.Lando  Zona Darsena  per il pranzo a base di pesce. Un ottimo e completo menù proposto dai gestori Francesca e Luca a cui sono andati tutti i complimenti della combriccola. Poi per smaltire e raggiungere il punto  che si inoltra maggiormente  verso l’acqua , ci siamo incamminati verso la darsena e percorso tutto il pontile   colpiti dall’ancora caldo sole di ottobre . Poi al ritorno abbiamo assistito allo spettacolo che tutti i giorni il sole tramontando ci offre  da quel punto . Ma questo non è stato un giorno qualunque   e il calare del sole ha segnato anche, purtroppo, la ripartenza dei nostri ospiti e la fine di questa serena parentesi di vita .

                                                                                  G.M. Cral Comune di Rimini

0 0 vote
Article Rating
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Share This